NAPOLI. Presa la baby gang che tra marzo e maggio 2015 aveva messo a segno diverse rapine a supermercati dell’area vesuviana. Questa mattina i carabinieri della compagnia di Napoli Poggioreale hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in comunità nei confronti di 3 minorenni e ad un ragazzo divenuto maggiorenne nel corso delle indagini. L’accusa è quella di rapina aggravata e ricettazione e secondo gli inquirenti i quattro sono responsabili di almeno 7 rapine ai danni di discount situati nei comuni di Volla, Cercola, San Giorgio a Cremano e nel quartiere San Giovanni a Teduccio. La svolta alle indagini è giunta quando un militare dopo aver visionato le registrazioni delle telecamere di sorveglianza ha riconosciuto in un area parcheggio lo scooter usato dai malviventi per mettere a segno i colpi.
Questa volta un aspetto fondamentale per incastrare i malfattori è stato l’utilità dei social network, l’analisi dei profili e delle fotografie postate dagli indagati, che si definivano “i malesiani”, ha rafforzato e consolidato il quadro indiziario.

Antonio Costante



© RIPRODUZIONE RISERVATA