SARNO. Quando è giunta all’ospedale «Martiri del Villa Malta» di Sarno, Lidia, una bimba di soli tre anni, era già morta: secondo quanto dichiarato dal padre, la piccola sarebbe deceduta a seguito di una crisi respiratoria. A dare notizia della tragica morte, il quotidiano Il Mattino che ha riportato che alcune delle dichiarazioni fatte dal padre di Lidia che avrebbe indicato i vicini come responsabili della morte della piccola: secondo l’uomo la bambina sarebbe stata vittima di violenze da parte di una coppia di vicini ai quali la lasciava ogni mattina non appena lui si recava al lavoro. Ora i carabinieri indagano sulla morte della piccola, cercando di ricostruire le ultime ore di vita di Lidia: l’esame esterno del cadavere non ha comunque fatto emergere segni di violenza, anche se il pm della procura di Nocera Inferiore, Giuseppe Cacciapuoti, ha disposto l’esame autoptico. La bimba viveva a San Marzano sul Sarno, accudita dal padre mentre la madre si trova in Romania, in condizioni igienico-sanitarie precarie.

Luigi Corcione



© RIPRODUZIONE RISERVATA