SOMMA VESUVIANA. Un gesto estremo di estrema gravità questa mattina ha gettato la comunità di Somma Vesuviana nel caos. Un senzatetto 50enne di Somma Vesuviana, Salvatore L., questa mattina ha accoltellato il sindaco Pasquale Piccolo colpendolo al collo ed in seguito, al braccio. Il sindaco è stato subito trasportato alla clinica Trusso di Ottaviano dove è stato raggiunto dai familiari e da assessori e consiglieri: per fortuna le ferite che ha riportato al collo ed al braccio non sono gravi.

Secondo una prima ricostruzione, il senzatetto che da tempo viveva nella sua auto ed aveva già in passato avvicinato il sindaco per chiedergli un sostegno ed una sistemazione, questa mattina lo ha fermato mentre era in procinto di tornare a casa in compagnia con un membro del suo staff.
I carabinieri della stazione locale, al comando del maresciallo Raimondo Semprevivo, hanno prontamente fermato l’uomo e si sono messi alla ricerca del coltello, rinvenuto dai militari nei pressi delle porte del parco dove Salvatore viveva dallo scorso febbraio, all’interno della sua automobile.

Puntuali sono giunti i messaggi di solidarietà dei partiti e dei consiglieri al primo cittadino; il segretario del Partito Democratico di Somma Vesuviana, il consigliere comunale Giuseppe Auriemma, ha affidato ad una nota il suo rammarico: «Il Partito Democratico di Somma, nel condannare il gesto insensato di un balordo che ha colpito il Sindaco, avv. Piccolo, ferendolo, esprime la propria vicinanza e solidarietà con gli auspici di una pronta guarigione e ripresa».

Alfredo Durante



© RIPRODUZIONE RISERVATA